notizia

La Moringa oleifera ha incredibili benefici

Oltre ad essere nutriente, la moringa oleifera serve a ridurre la tossicità dell'acqua

Moringa oleifera

Immagine di Iskandar Ab. Rashid di Pixabay

La Moringa oleifera è un albero originario di parti dell'India, del Pakistan, del Bangladesh e dell'Afghanistan, essendo ampiamente coltivato in America centrale e parti dell'Africa. Moringa oleifera è il nome scientifico di una pianta della famiglia delle Moringaceae , popolarmente conosciuta come moringa, canniccio bianco, rafano, cedro, moringueiro e gombo.

A Capo Verde, la moringa oleifera è conosciuta come akásia-branka; a Timor, come la morangue; e, in India, come moxingo. L'albero in sé non è molto robusto, ma sviluppa rami che crescono fino a una decina di metri di lunghezza, arrivando fino a 12 metri di altezza. La sua principale ricchezza sta nell'alto valore nutritivo delle sue foglie e dei suoi frutti. La Moringa oleifera cresce rapidamente e non necessita di molta acqua, il che facilita la coltivazione.

  • Come piantare il rosmarino?

Praticamente tutte le parti della moringa oleifera sono commestibili: foglie, radici, baccelli immaturi, fiori e semi. L'olio di Moringa oleifera viene estratto dai semi della pianta e può essere utilizzato su pelle e capelli. Una volta che l'olio è stato estratto dalla moringa oleifera, il guscio del seme può essere utilizzato per un processo di purificazione dell'acqua chiamato flocculazione.

Alcune parti commestibili dell'albero possono essere raccolte nel primo anno di impianto. La Moringa oleifera è un'importante fonte di nutrimento e commercio nei paesi in cui può essere coltivata.

  • Moringa: la pianta purifica l'acqua e combatte la fame

Diversi studi - tra cui uno dal Texas e un altro dal Pakistan - hanno citato proprietà antiulcera, antiossidanti, antipertensive e analgesiche della moringa oleifera. I ricercatori affermano che i componenti fogliari - polifenoli, flavonoidi, glucosinolati e alcaloidi - hanno effetti protettivi su cuore, fegato, polmoni, reni e, negli uomini, testicoli.

Dal punto di vista nutrizionale, una tazza di foglie di moringa contiene quasi due grammi di proteine ​​ed è una buona fonte di vitamine A e C.

Sebbene la moringa oleifera non sia comune nei supermercati, è spesso possibile trovare foglie e baccelli di moringa nei mercati specializzati.

A cosa serve la moringa oleifera e i suoi benefici

Moringa oleifera

L'immagine modificata e ridimensionata di Dinesh Valke è disponibile su Flickr

Le foglie di Moringa oleifera sono un'ottima fonte di molte vitamine e minerali. Una tazza di foglie fresche di moringa tritate (21 grammi) contiene:

  • Proteine: due grammi
  • Vitamina B6: 19% della RDI (dose giornaliera raccomandata)
  • Vitamina C: 12% della RDI
  • Ferro: 11% di IDR
  • Riboflavina (B2): 11% della RDI
  • Vitamina A (da beta-carotene): 9% della RDI
  • Magnesio: 8% di IDR
  • Vitamine: tipologie, fabbisogni e tempi di assunzione

Nei paesi occidentali, le foglie essiccate di moringa oleifera sono vendute come integratori alimentari, in polvere o in capsule. Rispetto alle foglie, i loro baccelli contengono meno vitamine e minerali. Tuttavia, sono eccezionalmente ricchi di vitamina C. Una tazza di baccelli di moringa oleifera freschi a fette (100 grammi) contiene il 157% della vitamina C RDI.

Le diete delle persone nei paesi più poveri a volte mancano di vitamine, minerali e proteine. In questi paesi, la Moringa oleifera può essere un'importante fonte di molti nutrienti essenziali.

  • Alimenti ricchi di vitamina C.
  • Cos'è la vitamina C e qual è la sua importanza
  • Cosa sono gli amminoacidi ea cosa servono

Tuttavia, c'è un aspetto negativo: le foglie di Moringa oleifera possono anche contenere alti livelli di antinutrienti, che possono ridurre l'assorbimento di minerali e proteine ​​(vedi studi su questo qui: 1, 2).

È ricco di antiossidanti

Gli antiossidanti sono composti che agiscono contro i radicali liberi nel corpo. Alti livelli di radicali liberi possono causare stress ossidativo, che è associato a malattie croniche come malattie cardiache e diabete di tipo 2 (vedi studi qui: 3, 4).

Vari composti vegetali antiossidanti sono stati trovati nelle foglie di Moringa oleifera (vedi studi qui: 5, 6, 7). Oltre alla vitamina C e al beta-carotene, la moringa contiene:

  • Quercetina: potente antiossidante che può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna (8, 9).
  • Acido clorogenico: può aiutare a moderare i livelli di zucchero nel sangue dopo i pasti (10, 11).

Uno studio su donne ha scoperto che l'assunzione di 1,5 cucchiaini (sette grammi) di polvere di foglie di moringa oleifera ogni giorno per tre mesi aumenta significativamente i livelli di antiossidanti nel sangue. L'estratto delle foglie di <moringa oleifera può essere utilizzato anche come conservante alimentare.

  • Diabete: cos'è, tipi e sintomi
  • Antiossidanti: cosa sono e in quali alimenti trovarli

Diminuisce i livelli di zucchero nel sangue

La glicemia alta può essere un grave problema di salute. In effetti, è la caratteristica principale del diabete.

Nel tempo, i livelli elevati di zucchero nel sangue aumentano il rischio di molti gravi problemi di salute, comprese le malattie cardiache. Per questo motivo, è importante mantenere il livello di zucchero nel sangue entro i limiti considerati sani.

Diversi studi hanno dimostrato che la Moringa oleifera può aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue.

Tuttavia, la maggior parte delle prove si basa su studi sugli animali. Ci sono solo pochi studi sull'uomo (12, 13, 14).

Uno studio su 30 donne ha dimostrato che l'assunzione di 1,5 cucchiaini (sette grammi) di polvere di foglie di moringa oleifera ogni giorno per tre mesi riduce i livelli di zucchero nel sangue a digiuno del 13,5%, media.

Un altro studio su sei persone con diabete ha scoperto che l'aggiunta di 50 grammi di foglie di moringa oleifera a un pasto riduce l'aumento della glicemia del 21%.

Riduce l'infiammazione

L'infiammazione è la risposta naturale del corpo a infezioni o lesioni. È un meccanismo protettivo, ma può diventare un grave problema di salute se persiste per un lungo periodo di tempo.

L'infiammazione cronica è collegata a molti problemi di salute, tra cui malattie cardiache e cancro (15, 16).

La maggior parte dei frutti interi, delle verdure, delle erbe e delle spezie hanno proprietà antinfiammatorie. Tuttavia, il grado in cui possono aiutare dipende dai tipi e dalla quantità di composti antinfiammatori che contengono. Alcuni ricercatori ritengono che gli isotiocianati siano i principali composti antinfiammatori nelle foglie, nei baccelli e nei semi della moringa oleifera (17, 18, 19). Ma finora, la ricerca è stata limitata agli studi su animali e provette.

  • 16 alimenti che sono antinfiammatori naturali

Riduce i livelli di colesterolo

Avere il colesterolo alto è stato collegato a un aumento del rischio di malattie cardiache. Ma fortunatamente, molti alimenti vegetali possono abbassare efficacemente il colesterolo, come semi di lino, avena e mandorle.

Studi su animali e umani hanno dimostrato che la Moringa oleifera può avere effetti simili per abbassare il colesterolo (20, 21, 22, 23).

  • Benefici dell'avena
  • Impara a fare il latte d'avena

Protegge dalla tossicità dell'arsenico

La contaminazione di cibo e acqua da arsenico è un problema in molte parti del mondo. Alcuni tipi di riso possono contenere livelli particolarmente elevati di contaminazione da arsenico (24).

  • Riso: quale opzione scegliere?
  • Riso integrale: ingrasso o dimagrimento?

L'esposizione a lungo termine ad alti livelli di arsenico può portare a problemi di salute nel tempo.

Gli studi hanno collegato l'esposizione a lungo termine a un aumento del rischio di cancro e malattie cardiache (24, 25).

Diversi studi su ratti e topi hanno dimostrato che le foglie ei semi di Moringa oleifera possono proteggere da alcuni degli effetti della tossicità dell'arsenico (25, 26, 27).