notizia

Olio di ricino: come usarlo e quali sono i suoi benefici

Conosciuto anche come olio di ricino, l'olio di ricino riduce i brufoli, combatte la candidosi e altro ancora

Olio di ricino

L'olio di ricino viene estratto dall'olio di ricino o olio di ricino, il principale prodotto derivato dalla papaia, che corrisponde a circa il 50% del seme totale. L'olio di ricino non è tossico come i semi di ricino, poiché la sostanza tossica nell'olio di ricino, la ricina, non è solubile in olio, essendo separata durante il processo di estrazione. Per le sue proprietà antifungine e batteriche che prevengono la crescita dei capelli, l'olio di ricino è ampiamente utilizzato per incoraggiare la crescita dei capelli.

  • Conoscere le tecniche di estrazione degli oli vegetali

La papaya ( Ricinus communis L. ) è una pianta che cresce in diverse regioni del Brasile, principalmente a Bahia e Ceará. L'origine di questa pianta non è nota con certezza (alcune fonti dicono che sia asiatica, altre affermano di essere africana). Si riporta che fosse stato utilizzato per migliaia di anni in Egitto e in India. È una pianta dalla forma arbustiva, che presenta una parte ramificata verde rossastra, che può variare di colore a seconda della regione. Può raggiungere da uno a sei metri di altezza, a seconda delle dimensioni.

Il frutto dato dalla papaia è chiamato ricino o ricino. È una capsula che può avere diverse dimensioni, con spine all'esterno, e che ha, all'interno, semi ovali e lisci.

Il rischio maggiore di questo frutto è nell'ingestione dei semi. Sono velenosi a causa della presenza della proteina tossica della ricina, nota per essere un inattivatore dei ribosomi: penetra nella cellula e la paralizza. Anche a piccole dosi, può portare alla morte. L'ingestione di tre semi può uccidere un bambino e otto semi un adulto. Un altro componente attivo della papaia è la ricinina, diversa dalla ricina. È presente ovunque nella pianta, nei fiori e nelle foglie e, se ingerito, ha effetti sul sistema nervoso.

L'estrazione può essere effettuata mediante pressatura a freddo oa caldo, oppure mediante solvente. Per prima cosa, i semi vengono puliti e cotti. Nella spremitura vengono sgommate per ottenere l'olio. La torta rimasta dalla pressatura passa all'estrazione con solvente, dove viene utilizzato esano o etanolo.

L'olio di ricino per uso medicinale viene estratto mediante spremitura a freddo, in quanto più limpido, incolore, privo di ricina e privo di acidità e impurità. L'olio di ricino per uso industriale, invece, utilizza la spremitura a caldo dei semi, ottenendo un olio limpido e brillante, ma con un massimo dell'1% di acidità e 0,5% di impurità.

L'olio di ricino è composto per il 95% da acido ricinoleico, che conferisce le sue applicazioni e numerosi benefici, il resto è dato dagli acidi linoleico, oleico e palmitico. A causa dell'acido ricinoleico, l'olio di ricino è ampiamente utilizzato nell'industria chimica ed è anche responsabile dell'elevata viscosità e solubilità in alcol. Può essere utilizzato come materia prima per il biodiesel.

A cosa serve l'olio di ricino

Olio di ricino

L'immagine modificata e ridimensionata di CDC è disponibile in Unsplash

A livello industriale, l'olio di ricino viene utilizzato nella produzione di pitture, vernici, plastiche, colle, come materia prima per nylon e lubrificanti, poiché è stabile sia alle basse che alle alte temperature, e può essere utilizzato in compressori, trasformatori e anche in formulazione di lubrificanti biodegradabili.

Ha anche usi cosmetici e medicinali. Nell'antico Egitto, l'olio di ricino veniva bruciato come combustibile nelle lampade, usato come rimedio naturale per curare malattie come l'irritazione degli occhi e persino somministrato alle donne incinte per stimolare il travaglio (vedi studio qui: 1).

Potente lassativo

Uno degli usi medicinali più noti dell'olio di ricino è come lassativo naturale. Aumenta il movimento dei muscoli intestinali, aiutando ad espellere il bolo fecale e alleviare la stitichezza.

  • Cos'è la stitichezza?

Quando ingerito, l'olio di ricino viene digerito nell'intestino tenue, rilasciando acido ricinoleico, il principale acido grasso dei semi di ricino. L'acido ricinoleico viene quindi assorbito dall'intestino, stimolando un forte effetto lassativo (vedi qui per uno studio: 2).

Uno studio ha dimostrato che le persone anziane che hanno assunto olio di ricino hanno mostrato una riduzione dei sintomi della stitichezza, inclusa la necessità di uno sforzo minore durante la defecazione e una diminuzione della sensazione di movimento intestinale incompleto.

La raccomandazione è di prendere un cucchiaio o 15 ml. Poiché ha una rapida azione lassativa, si prevede che l'evacuazione avvenga tra una e tre ore dopo l'ingestione dell'olio di ricino.

Nonostante ciò, l'ingestione a dosi elevate può causare effetti collaterali come coliche addominali, nausea, vomito e diarrea (guarda lo studio qui: 4).

  • Rimedio contro la diarrea: sei consigli casalinghi

Sebbene l'olio di ricino possa essere utilizzato per alleviare la stitichezza occasionale, non è raccomandato come trattamento per problemi a lungo termine.

L'ingestione di olio di ricino per scopi medicinali è controindicata per le donne incinte, le madri che allattano, i bambini e le persone con ostruzione o perforazione intestinale, intestino irritabile, morbo di Crohn, colite ulcerosa o qualsiasi altro problema nell'intestino.

Crema idratante naturale

L'olio di ricino è ricco di acido ricinoleico, un acido grasso monoinsaturo. Questi tipi di grassi agiscono come umettanti e possono essere utilizzati per idratare la pelle.

Gli umettanti trattengono l'umidità, prevenendo la perdita d'acqua attraverso lo strato esterno della pelle (vedi studio qui: 3).

  • Come inumidire i capelli naturali?

L'olio di ricino è ampiamente utilizzato nei cosmetici per promuovere l'idratazione e viene spesso aggiunto a prodotti come lozioni, trucco e prodotti per la pulizia. Puoi anche usarlo da solo come alternativa naturale a creme idratanti e lozioni che contengono sostanze nocive. Scopri di più su questo argomento nell'articolo: "Sostanze da evitare nei cosmetici e nei prodotti per l'igiene".

Inoltre, l'olio di ricino è economico e può essere utilizzato sia sul viso che sul corpo. Poiché è abbastanza denso, può essere diluito con altri oli come olio di mandorle, olio di cocco e olio di semi d'uva.
  • Olio di mandorle dolci: benefici per la bellezza e la salute
  • Olio di cocco: benefici, a cosa serve e come si usa
  • Olio di semi d'uva: vantaggi e modalità d'uso

Sebbene l'applicazione dell'olio di ricino sulla pelle sia considerata sicura per la maggior parte delle persone, può causare una reazione allergica in alcuni individui (controlla lo studio qui: 4).

L'olio di ricino aiuta anche a lenire la pelle secca e irritata. Si assorbe rapidamente, stimolando la produzione di collagene, che riduce rughe e smagliature. Ha proprietà emollienti e idratanti che aiutano l'idratazione, l'elasticità e la morbidezza della pelle. Come olio da massaggio, è ottimo per rilassare il corpo e curare infiammazioni, come l'artrite, donando una sensazione di benessere. Tuttavia, a causa dell'elevata viscosità dell'olio di ricino, deve essere miscelato con altri oli vegetali più leggeri, come il suddetto olio di vinaccioli o olio di mandorle dolci, per facilitare lo scorrimento del massaggio.

Può anche essere applicato su capelli, pelle, ciglia e sopracciglia - è anche ampiamente usato per fare il sapone naturale.

Accelera la guarigione delle ferite

L'applicazione di olio di ricino sulle ferite aggiunge umidità alla pelle, migliorando il processo di guarigione. L'olio di ricino stimola la crescita dei tessuti e protegge anche la mucosa, poiché crea una barriera tra la ferita e l'ambiente, riducendo il rischio di infezione.

Riduce anche la secchezza e la cornificazione, l'accumulo di cellule morte della pelle che possono ritardare la guarigione delle ferite (guarda lo studio qui: 5).

Gli unguenti contenenti olio di ricino aiutano a curare le piaghe da decubito, un tipo di ferita che si sviluppa dalla pressione prolungata sulla pelle. Uno studio che ha analizzato la guarigione delle piaghe da decubito di 861 residenti in case di cura ha mostrato che le ferite trattate con l'unguento contenente olio di ricino avevano tassi di guarigione più elevati e tempi di guarigione più brevi rispetto a quelle trattate con altri metodi.

  • L'olio di rosa canina ha dimostrato benefici

Potente antinfiammatorio topico

L'acido ricinoleico, il principale acido grasso presente nell'olio di ricino, ha proprietà antinfiammatorie impressionanti. Gli studi hanno dimostrato che quando l'olio di ricino viene applicato localmente, riduce l'infiammazione e allevia il dolore.

Le proprietà analgesiche e antinfiammatorie dell'olio di ricino possono essere particolarmente utili per chi ha malattie infiammatorie, come l'artrite reumatoide o la psoriasi.

  • Psoriasi: cos'è, trattamento e sintomi
  • Il trattamento domiciliare allevia i sintomi della psoriasi

Studi su animali e in provetta hanno dimostrato che l'acido ricinoleico riduce il dolore e il gonfiore. Inoltre, un altro studio ha dimostrato che il trattamento con gel contenente acido ricinoleico ha portato a una significativa riduzione del dolore e dell'infiammazione quando applicato sulla pelle, rispetto ad altri metodi di trattamento.

Riduce i brufoli

L'acne è una malattia della pelle che genera pus dolorosi e protuberanze sul viso e sul corpo. È più comune negli adolescenti e nei giovani adulti e può avere un impatto negativo sull'autostima.

L'olio di ricino ha diverse qualità che possono aiutare a ridurre i sintomi dell'acne. Si ritiene che l'infiammazione sia un fattore nello sviluppo e nella gravità dell'acne, quindi l'applicazione di olio di ricino sulla pelle può aiutare a ridurre i sintomi legati all'infiammazione (vedi studio qui: 6).

L'acne è anche associata a uno squilibrio di alcuni tipi di batteri normalmente presenti sulla pelle, incluso lo Staphylococcus aureus (vedi studio su: 7).

L'olio di ricino ha proprietà antimicrobiche che possono aiutare a combattere la proliferazione batterica quando applicato sulla pelle. Uno studio in provetta ha rivelato che l'estratto di olio di ricino aveva un notevole potere battericida, inibendo la crescita di diversi batteri, tra cui lo Staphylococcus aureus .

L'olio di ricino è anche un idratante naturale, quindi può aiutare a lenire la pelle infiammata e irritata, tipica dei casi in cui è presente l'acne.

Combatti la candidosi orale

La candida albicans è un tipo comune di fungo che causa problemi ai denti, come la crescita eccessiva delle placche, infezioni gengivali e canale radicolare (controlla qui riguardo allo studio: 8).

L'olio di ricino ha proprietà antifungine e può aiutare a combattere la candidosi orale.

  • Candidosi: conoscere cause, sintomi, tipi e come trattare
  • Candidosi negli uomini: che cos'è e come trattare

Uno studio in provetta ha rivelato che l'olio di ricino ha combattuto la Candida albicans dalle radici dei denti umani. Può anche aiutare a trattare la stomatite correlata alla protesi, una condizione dolorosa che si ritiene sia causata dalla crescita eccessiva di Candida , un problema comune nelle persone anziane che indossano protesi.

Uno studio su 30 persone anziane con stomatite correlata a protesi ha dimostrato che il trattamento con olio di ricino ha portato a miglioramenti nei segni clinici della stomatite, compresa l'infiammazione.

Un altro studio ha rilevato che spazzolare e immergere le protesi in una soluzione contenente olio di ricino ha portato a riduzioni significative della Candida negli anziani che indossavano protesi.

Buono per capelli e cuoio capelluto

Molte persone usano l'olio di ricino come balsamo naturale per capelli.

  • No Poo e Low Poo: cos'è e come si fa

È ottimo da applicare sui capelli asciutti, poiché aiuta a lubrificare il fusto del capello, aumentando la flessibilità e diminuendo le possibilità di rottura (guarda lo studio qui: 8).

  • Olio di cocco nei capelli: vantaggi e modalità di utilizzo

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e idratanti, l'olio di ricino può essere anche un trattamento efficace per la forfora causata da dermatite seborroica e desquamazione.

Aiuta anche a rafforzare il cuoio capelluto e la crescita dei capelli. Poiché ha proprietà antibatteriche e antimicotiche, grazie all'elevata composizione di acido ricinoleico, l'olio di ricino combatte le infezioni e la crescita di batteri e funghi che potrebbero impedire la crescita dei capelli.

  • Come far crescere i capelli velocemente e naturalmente

Quindi, se hai problemi di perdita di capelli e perdita di capelli, l'olio di ricino è un ottimo alleato. Attenua la caduta dei capelli, accelera la crescita e rende i capelli più forti e spessi. È anche possibile applicarlo in luoghi in cui sono presenti lesioni, come cicatrici o ustioni sul cuoio capelluto (luoghi in cui i capelli non crescono), l'olio di ricino può aiutare la crescita. Se il caso è genetico, come la calvizie, l'olio non curerà il problema, lo rallenterà solo.

Come usare l'olio di ricino sui capelli

Strofina l'olio di ricino sulle mani, massaggia la pelle per cinque minuti e lascia che agisca sui capelli per qualche altro minuto. Massaggiare la pelle attiva la circolazione e aiuta a stimolare la crescita grazie alla presenza di acido linoleico (omega 6), che rinforza e nutre i fili. Puoi applicarlo due o tre volte alla settimana, utilizzandolo continuamente per un periodo di tempo prolungato. I risultati compaiono dopo pochi mesi di trattamento. Dovresti optare per l'olio di ricino puro al 100%, privo di sostanze chimiche che potrebbero essere dannose per la salute, come i parabeni. Puoi trovare olio di ricino puro nell'eCycle Store .

L'olio di ricino viene utilizzato anche per capelli secchi, doppie punte e prurito. Fornisce idratazione, lasciando i capelli setosi e luminosi. L'olio ha un odore forte, che può infastidire alcune persone, quindi evita l'inalazione e usalo con poche gocce (tre gocce di olio essenziale per ogni misurino di olio di ricino) dell'olio essenziale di tua scelta.

  • Cosa sono gli oli essenziali?

E non è solo nella crescita dei capelli che si può usare l'olio di ricino. Può essere applicato anche su ciglia, sopracciglia e barbe, aiutandone la crescita. Non ci sono studi scientifici per dimostrarlo, tuttavia, ci sono rapporti che l'uso di olio di ricino può essere efficace in questi casi.

Precauzioni

Molte persone usano l'olio di ricino per trattare una serie di problemi, sia ingerendolo che applicandolo sulla pelle. Sebbene sia generalmente considerato sicuro, può causare reazioni avverse ed effetti collaterali indesiderati in alcune persone.

  • Può indurre il travaglio: è usato dai professionisti medici per indurre il travaglio. Per questo motivo, le donne in tutte le fasi della gravidanza dovrebbero evitare di consumare olio di ricino (guarda lo studio qui: 9);
  • Può causare diarrea: sebbene possa essere un modo efficace per alleviare la stitichezza, puoi contrarre la diarrea se ne prendi troppo. La diarrea può causare disidratazione e squilibrio elettrolitico;
  • Può causare reazioni allergiche: può causare una reazione allergica in alcune persone se applicato sulla pelle. Per prima cosa, prova ad applicarne una piccola quantità su un pezzetto di pelle per vedere come reagisce il tuo corpo (controlla lo studio qui: 10).