notizia

Anice stellato: a cosa serve e vantaggi

L'anice stellato può essere utilizzato come antinfiammatorio, lenitivo e digestivo, ma il suo consumo richiede una certa cura

Anice stellato

Foto di fernando zhiminaicela da Pixabay

L'anice stellato, noto anche come anice cinese, anice siberiano, finocchio di badia e finocchio cinese, è una pianta originaria della Cina e del Vietnam. L'anice stellato è una spezia nota per il suo uso culinario e medicinale e ha un aroma molto gradevole. Scientificamente, l'anice stellato si chiama Illicium verum .

Nella cultura popolare, l'anice stellato è noto per il trattamento dell'avvelenamento da frutti di mare, poiché è antisettico, antinfiammatorio, lenitivo, digestivo e diuretico. In cucina, viene utilizzato principalmente come condimento per pasta, zuppe e brodi, tra gli altri. Ma bisogna fare attenzione con la quantità ingerita, poiché l'anice stellato può avere effetti tossici. Bisogna inoltre fare attenzione a non confondere l'anice stellato con le specie di anice giapponese, che sono estremamente velenose.

Proprietà dell'anice stellato

Antimicrobico

Uno studio pubblicato da Phytotherapy Research ha dimostrato che l'anice stellato ha potenti proprietà antimicrobiche. L'analisi dello studio ha concluso che queste proprietà antimicrobiche sono dovute a una sostanza chiamata anetolo, presente nella frutta secca. Studi che hanno analizzato specificamente l'anetolo hanno dimostrato che la sostanza ha proprietà contro batteri e funghi.

Repellente naturale

Uno studio pubblicato dalla National University of Singapore ha distillato il principale composto attivo dell'anice stellato mediante vaporizzazione e ne ha testato le capacità repellenti su due specie di coleotteri. Lo studio ha concluso che il composto attivo dell'anice stellato ha effetti tossici per i coleotteri adulti delle specie Tribolium castaneum e Sitophilus zeamais . Tuttavia, gli insetti avvelenati sono stati in grado di riprendersi dopo essere stati rimossi dall'esposizione alla tossina. Pertanto, l'anetolo presente nell'anice stellato ha mostrato un'attività repellente molto debole contro entrambe le specie di coleotteri.

Effetti analgesici, sedativi e convulsivi

La rivista Elsevier ha pubblicato uno studio che ha mostrato l'effetto dell'anice stellato sui topi. I composti isolati dalla veranisatina A, B e C di anice stellato ingeriti a una velocità di 3 mg per chilogrammo di corpo hanno prodotto effetti convulsivi e tossicità letale nei topi. A basse dosi, come 0,5 o 1 mg per chilo, sono stati osservati effetti ipotermici senza convulsioni. La veranisatina A è stata ulteriormente testata per i suoi effetti analgesici e sedativi e ha mostrato effetti analgesici a una dose orale di 0,1 mg per chilogrammo di corpo.

Liquore all'anice

L'anice stellato viene consumato anche sotto forma di liquore (ma ricordate di non confonderlo con l'anice giapponese, che è altamente velenoso).

Ricetta liquore all'anice stellato

ingredienti

  • 1 tazza e 1/2 (360 ml) di acqua
  • 2 tazze (320 g) di zucchero
  • 5 stelle di anice
  • 750 ml di alcol di cereali

Modalità di preparazione

  1. Bollire l'acqua con lo zucchero e l'anice
  2. Lasciare in posa per altri 10 minuti
  3. Togliere dal fuoco e aggiungere l'alcol
  4. Mettere in un bicchiere con coperchio e lasciare riposare per 12 giorni
  5. Filtrare su carta da filtro

Tè all'anice stellato

Per preparare un tè all'anice stellato, usa solo un cucchiaino di anice stellato per un litro di acqua bollente. Soffocare la miscela per dieci minuti e bere un massimo di due tazze di tè al giorno.

Bagno all'anice stellato

In alcune pratiche esoteriche, il bagno all'anice stellato viene applicato per portare una sensazione di leggerezza e benessere. Il bagno all'anice stellato può essere immerso in un bagno con anice stellato o sotto l'acqua corrente, applicando una miscela di acqua calda (a temperatura gradevole) con la pianta.

Il bagno all'anice stellato può includere anche altre erbe rilassanti e oli essenziali. Comprendi meglio questo tema nell'articolo: "Cosa sono gli oli essenziali?"