notizia

Riciclaggio: cos'è e perché è importante

Il riciclaggio, come il trattamento dei rifiuti, è più antico di quanto si pensi

simbolo di riciclaggio

Immagine: il simbolo del riciclo stampato su cartone da Creativity103 è concesso in licenza con CC BY 2.0

Il riciclaggio è il processo in cui avviene una trasformazione del rifiuto solido che non verrebbe utilizzato, con cambiamenti nei suoi stati fisici, chimico-fisici o biologici, al fine di attribuire caratteristiche al rifiuto affinché diventi nuovamente materia prima o prodotto, secondo la politica nazionale sui rifiuti solidi (PNRS).

  • Simbolo del riciclaggio: cosa significa?

Fa parte delle tre "R" o "erres": riciclaggio, riutilizzo e riduzione. Poiché il riciclaggio consiste nel ritrattamento di un articolo, è diverso dal riutilizzo (in cui l'articolo viene utilizzato solo per un'altra funzione) e dalla riduzione (che consiste nel ridurre il consumo di determinati prodotti).

Ma questa "fredda definizione", sebbene importante, non ci porta all'origine della storia né ci aiuta a capire l'importanza del riciclaggio. Oltre a chiederti "cos'è il riciclaggio", ti sei mai chiesto "come è nata la pratica del riciclaggio delle cose? Partiamo dall'inizio: spazzatura. Ma prima, guarda il video esclusivo del canale eCycle Portal su YouTube - divertiti e iscriviti per seguire i lanci:

Qual è l'origine del riciclaggio

Poiché il mondo è un mondo, la spazzatura esiste. I nomadi scartavano già i resti degli animali che cacciavano e, man mano che l'uomo diventava più "civilizzato", aumentava anche la quantità di spazzatura da lui prodotta.

Secondo uno studio dell'Università statale di Rio de Janeiro (UERJ), le antiche civiltà (come gli indù) avevano già un sistema fognario, oltre a pavimentare le strade. Gli israeliti, ad esempio, avevano regole esplicite su come smaltire i loro escrementi e i resti degli animali sacrificati, nonché i cadaveri e la spazzatura prodotti nel regno.

Nel Medioevo, è noto che diverse città italiane avevano regole per lo smaltimento di oggetti e carcasse di animali, nonché l'eliminazione dell'acqua stagnante e il divieto di immondizia e feci nelle strade.

Fu anche nel Medioevo che apparvero i primi servizi di raccolta dei rifiuti. Inizialmente, questi erano forniti da privati, ma quando fallivano, optarono per il servizio pubblico, che veniva svolto dai carnefici della città e dai loro aiutanti, spesso con l'aiuto di prostitute.

Tuttavia, nella seconda metà del XIX secolo, con la Rivoluzione Industriale, si è assistito ad un aumento significativo della produzione di rifiuti, con gravi ripercussioni sulla salute. Era necessario pianificare nuove misure per alleviare la complicata situazione dei quartieri popolari e anche dei quartieri nobili.

Nel XX secolo, la questione dei rifiuti non ruotava più attorno allo smaltimento di materiali organici. Anche la destinazione di tutti questi rifiuti (compresi quelli industriali) era un grosso problema, tanto che fino alla metà del secolo Stati Uniti ed Europa scaricavano gran parte dei rifiuti raccolti nei mari, nei fiumi e nelle zone limitrofe.

Tuttavia, fino a quel momento, il mondo non aveva mai prodotto così tanto in ogni aspetto immaginabile. La rivoluzione industriale ha portato con sé nuovi livelli di produzione e, da quel momento storico, la situazione dello smaltimento è diventata qualcosa di più complesso e preoccupante. Se prima la spazzatura era composta solo da materiale organico, ora ha caratteristiche diverse: può essere elettronica, radioattiva, industriale, chimica, tra le altre.

Con ciò, è nata la necessità di pensare ad alternative che non fossero semplicemente immagazzinare tutta questa spazzatura in discarica o smaltirla in modo irregolare nell'ambiente, poiché la maggior parte della "spazzatura moderna" impiega molto più tempo a disintegrarsi naturalmente. Pertanto, il riciclaggio ha assunto un ruolo importante di fronte a tale esigenza.

Anche la questione del riutilizzo non è nuova. L'utilizzo della materia organica come fertilizzante, ad esempio, è una tradizione che si perpetua da secoli - oltre alla possibilità di seppellire i propri rifiuti organici per arricchire il terreno, oggi viene utilizzata anche la tecnica del compostaggio.

Cos'è il riciclaggio

Capire cos'è il riciclo è semplice: si tratta di prendere qualcosa che non è più utile e trasformarlo di nuovo in materia prima in modo che formi un oggetto uguale o estraneo al precedente. Questo viene fatto in diversi modi e vediamo il risultato di questo processo nella nostra vita quotidiana.

È il caso di alcuni beni di consumo, come lattine di alluminio, carta da ufficio e contenitori di plastica. Questi materiali vengono riciclati in grandi quantità. In effetti, il riciclaggio di questo tipo di materiale era comune all'inizio del XX secolo, quando molti prodotti furono riutilizzati a causa di crisi economiche (come quella del 1929) e guerre mondiali. Negli anni '40, prodotti come nylon, gomma, carta e molti metalli furono razionati e riciclati, per aiutare a sostenere gli sforzi della seconda guerra mondiale (1939-1944).

Dopo questo periodo di recessione, paesi come gli Stati Uniti hanno vissuto momenti di grande prosperità economica che hanno stimolato una cultura del consumo e dello spreco. Nel caso dell'Europa - che è stata praticamente distrutta dopo la guerra - l'attuazione del Piano Marshall (che ha fornito 17 miliardi di dollari in aiuti ai paesi dilaniati dalla guerra) ha aiutato la ricostruzione economica di nazioni come Inghilterra, Francia, Germania e Italia.

In questo modo, sia gli Stati Uniti che i paesi europei sperimenterebbero anni di collaborazione commerciale che porterebbero nuovamente al successo economico, contribuendo notevolmente a una sequenza di decenni di abbondanza nella produzione di beni di consumo. Pertanto, è stato solo negli anni '70 che il riciclaggio è tornato a far parte delle discussioni sociali, con enfasi sulla creazione della Giornata della Terra, avviata dal senatore statunitense Gaylord Nelson, attivista ambientale, per creare un'agenda ambientale.

Attualmente, il termine riciclaggio fa parte della vita quotidiana di milioni di persone in tutto il pianeta, Brasile compreso.

Come riciclare?

Esistono diversi modi per smaltire i rifiuti per il riciclaggio. In linea di principio se un prodotto è riciclabile (vedi come saperlo) basta smaltirlo correttamente negli appositi cestini. Tuttavia, non tutti i quartieri, i condomini e le case hanno un servizio di raccolta differenziata e spesso lo smaltimento può essere effettuato tramite stazioni indipendenti (vedi come trovare le stazioni di riciclaggio vicino a casa tua). In altre occasioni, il municipio si occupa di questo servizio.

È anche importante dire che i progressi tecnologici possono far sì che un articolo che non è attualmente riciclabile diventi riciclabile in futuro.

  • Colori raccolta selettiva: riciclaggio e loro significati

Per quelli che sono già riciclabili, è necessario prestare particolare attenzione prima di inviarli per la raccolta differenziata. Ecco alcuni esempi:

Plastica

Consiste nel trasformare le plastiche (sia da scarti industriali - avanzi vergini del processo produttivo - sia materiali di scarto post-consumo recuperati dai rifiuti tramite raccolta selettiva) in piccoli granuli, che possono essere utilizzati nella produzione di nuovi materiali, come sacchi della spazzatura, pavimenti, tubi flessibili, imballaggi non alimentari, ricambi auto, ecc.

Carta

La grande quantità di carta consumata nel mondo provoca gravi problemi ambientali, come il disboscamento delle foreste. Per contenere questo problema, una delle soluzioni è il riciclo, che riutilizza la carta utilizzata per produrre un nuovo foglio; il riciclaggio è semplice ed economico.

Scatole di latte

La maggior parte degli imballaggi a lunga durata è costituita da una miscela di materiali con proprietà diverse. Anche così è possibile riciclarli. È importante scartare materiali riciclabili puliti, al fine di evitare la proliferazione di malattie, odori, nonché per evitare la contaminazione di articoli riciclabili che si trovano nello stesso luogo, perché se si verifica la contaminazione, il riciclaggio dei materiali contaminati diventa più difficile.

Scatole per pizza

L'olio e il grasso della pizza ostacolano il processo di riciclaggio del cartone dei cartoni. Ma ci sono alternative, come creare altri imballaggi o separare le parti della scatola che non sono state macchiate dal grasso, come la superficie, e inviarle per la raccolta differenziata.

Pneumatici

Non sono tossici, ma causano problemi. Sebbene non siano composti da materiali così nocivi da nuocere all'ambiente, i pneumatici scartati in modo sbagliato contribuiscono al proliferare di malattie, come la dengue. Inoltre, solo in Brasile, vengono prodotti 45 milioni di pneumatici all'anno e molti pneumatici finiscono per essere gettati nei fiumi, il che aumenta la loro depressione, il che può causare traboccamenti. Una buona alternativa è ricostruirlo in officina o donarlo ad aziende che lo riutilizzano in altri modi.

Lampade fluorescenti

Il mercurio e il piombo sono metalli che si trovano all'interno della lampada e possono nuocere alla nostra salute, quindi è importante fare attenzione quando li smaltisci. Un'altra misura è garantire che le lampade non vengano inviate a discariche comuni. Pertanto, consultare le apposite stazioni di riciclaggio è essenziale.

Spazzatura elettronica

Riparare, donare, riutilizzare o riciclare, ma non gettare i tuoi dispositivi elettronici nella spazzatura, poiché hanno vari componenti e sostanze che possono causare malattie, come cadmio, piombo e mercurio. Pertanto, la cosa migliore che puoi fare è cercare stazioni di riciclaggio per l'elettronica (accedi alla sezione specifica per cercare le stazioni di eCycle ) o provare a restituire i prodotti alle case produttrici, che saranno responsabili di dare una destinazione corretta in base alle rifiuti solidi.

Amianto

La raccomandazione è che l'amianto sia smaltito insieme ai rifiuti tossici, in discariche specializzate. L'amianto è un materiale pericoloso e non può essere riutilizzato o riciclato.

Il ciclo

Come il riciclo, anche la pratica dell'upcycling consiste nel dare un nuovo uso a qualcosa che è stato scartato, con la differenza però di non utilizzare energia per trasformare l'oggetto in materia prima. In altre parole, è ancora più ecologico, poiché non richiede l'energia spesa per l'attività industriale. In altre parole, si tratta di riutilizzo.

Possiamo osservare questo processo in situazioni che sprecano la creatività, come il riutilizzo dei frigoriferi come biblioteche.

  • Upcycle: cos'è ed esempi

La tendenza dell'upcycling è stata abbracciata anche dalle industrie della moda e della decorazione.

Quanto è importante il riciclaggio

Al giorno d'oggi, con l'aumento crescente della produzione di rifiuti e dei rifiuti oceanici, il riciclaggio è estremamente importante. Molti paesi hanno già questa preoccupazione, supportano i programmi ambientali e, di conseguenza, il riciclaggio. In Brasile, secondo l'associazione no profit Cempre (Business Commitment to Recycling), i ricavi delle cooperative di fatturazione sono aumentati negli ultimi anni e ci sono stati guadagni di produttività, ma c'è ancora molto da fare.

  • Ogni anno 25 milioni di tonnellate di rifiuti finiscono negli oceani

Uno dei passi successivi per mantenere questo progresso è la formalizzazione dell'attività svolta dai raccoglitori di rifiuti. Inoltre, molti comuni brasiliani non dispongono ancora di un servizio di raccolta selettiva.

Sebbene conosciamo l'importanza del riciclaggio, ci sono ancora pochi rifiuti raccolti e riciclati in Brasile. Mancano le infrastrutture per la raccolta e il trattamento e mancano politiche pubbliche che incoraggino la logistica inversa e la riduzione degli imballaggi non necessari da parte delle aziende, ad esempio.

Anche se sai che un articolo può essere riciclabile (a causa delle informazioni sull'imballaggio), non significa che verrà effettivamente riciclato. Pertanto, è molto importante ridurre la quantità di rifiuti - il compostaggio domestico è essenziale per questo in termini di rifiuti organici; come per i riciclabili, il cambiamento delle abitudini è fondamentale. Ogni volta che è possibile, evitare di imballare o utilizzare prodotti con imballaggi riutilizzati: se non è possibile, cercare almeno imballaggi riciclati e / o riciclabili.

  • Packaging sostenibile: cosa sono, esempi e vantaggi

È molto importante partecipare e sostenere idee verdi che aiutano a diffondere il concetto di riciclaggio in Brasile e nel mondo.


Original text