notizia

Olio di Copaiba: a cosa serve e vantaggi

Scopri gli usi ei benefici dell'olio di copaiba "miracoloso"

Olio di Copaiba

La Copaiba è un albero originario dell'America Latina e dell'Africa occidentale, molto diffuso in Brasile nelle regioni amazzoniche. Conosciuto anche come olio di copaibeira, pau-de-oleo e copaiba, è una pianta di grandi dimensioni, che raggiunge fino a 40 metri di altezza e quattro metri di diametro. Copaiba vive circa 400 anni.

I frutti prodotti dalla copaíba sono semi neri e ovali, con una regione giallastra - sono molto ricchi di lipidi, ma il prodotto più utilizzato da questo albero è l'olio prodotto da esso (che non è correlato ai frutti). L'olio di Copaiba viene estratto dal tronco dell'albero e viene utilizzato per scopi medicinali nell'industria cosmetica e farmaceutica, con funzioni quali antibiotici, antinfiammatori e cicatrizzanti.

Estrazione dell'olio di copaiba

A differenza della maggior parte degli oli vegetali, che vengono estratti dai semi dei frutti, l'olio di copaiba viene prodotto nel fusto della pianta, cioè è un prodotto naturale esistente nel fusto della copaiba. L'olio-resina prodotta sul tronco è il prodotto della disintossicazione dell'organismo vegetale e funge da difesa della pianta contro animali, funghi e batteri.

L'estrazione di questo olio avviene perforando il tronco di copaiba. Il processo, tuttavia, deve essere eseguito correttamente, in modo da non danneggiare la vita dell'albero. In passato i tronchi di copaiba venivano tagliati con un'ascia, che facilitava l'ottenimento di grandi quantità di olio. Ma, come puoi immaginare, questa pratica ha causato un eccessivo disboscamento della specie, portando alla morte degli alberi e rendendo impossibile il recupero per un nuovo ritiro dell'olio di copaiba.

In considerazione di questa situazione, sono state adottate nuove tecniche. Uno di loro è stato considerato non aggressivo ed è attualmente il più utilizzato. Consiste nell'utilizzo di una coclea, che perfora il tronco senza danneggiare l'albero, consentendone il recupero in modo che in futuro si possano effettuare nuove estrazioni di olio dalla copaiba.

L'estrazione dell'olio di copaiba deve essere effettuata in alberi molto vecchi (oltre 100 anni) che hanno rami secchi nella parte superiore, poiché hanno quantità maggiori di olio all'interno. I nuovi alberi di copaiba non hanno olio e possono essere seriamente danneggiati se vengono perforati.

Quando il tronco viene perforato, l'olio inizia a fluire attraverso il foro e viene raccolto in un contenitore. Dopo la raccolta, l'orifizio deve essere sigillato (preferibilmente con argilla) in modo che non ci siano infezioni e attacchi di insetti. Una volta recuperato, il sigillo viene rimosso per un nuovo raccolto di olio di copaiba.

A cosa serve l'olio di copaiba?

L'olio di Copaiba è stato soprannominato "balsamo dell'Amazzonia" per le sue qualità. È composto dal 72% di sesquiterpeni (idrocarburi) e dal 28% di diterpeni (acidi carbossilici), ma questa composizione può variare a seconda del tipo di copaiba, dell'età degli alberi e del suolo, tra gli altri fattori.

I principali sesquiterpeni presenti nell'olio-resina sono il β-cariofilene, responsabile dell'azione antinfiammatoria, antifungina e antiedemica, e il β-bisabolene, con azione analgesica, tra molti altri composti. Queste sostanze sono responsabili dell'aroma dell'olio di copaiba e delle sue proprietà antivirali e antiulcera.

I diterpeni presenti nell'olio di copaiba sono responsabili della maggior parte delle sue proprietà terapeutiche. Tra questi ci sono l'acido copaifero, l'acido copalico, l'acido calavenico e il colavenolo. L'acido copalico è noto come marcatore di copaiba, poiché è un componente presente in qualsiasi olio di copaiba indipendentemente dal tipo di terreno o albero.

Benefici dell'olio di copaiba

Copaiba

Immagine: "Copaíba" di Frutos Atrativos do Cerrado è concesso in licenza con CC BY 2.0

Tra i molti benefici per la salute dell'olio di copaiba ci sono i seguenti:

  • Potenziale antisettico e antitetanico;
  • Espettorante: l'applicazione di quattro gocce di olio di copaiba mescolato al miele aiuta nell'espettorazione;
  • Infezioni: gargarismi con olio aiuta con mal di gola e tonsillite. È anche efficace per le infezioni genitali e le emorroidi;
  • Antitumorale: capacità di agire contro le cellule cancerose responsabili del cancro al seno, alla prostata e al colon;
  • Combatte reumatismi e dolori muscolari: il massaggio con olio di copaiba attiva la circolazione sanguigna, alleviando dolori, reumatismi e infiammazioni. Aiuta anche nel trattamento della gotta;
  • Malattie della pelle: poiché è antinfiammatorio, applicato sulla regione colpita aiuta nel trattamento di dermatiti, orticaria, psoriasi, acne, herpes, ferite, leishmaniosi, punture di insetti e morsi di serpente;
  • Aiuta a fermare l'emorragia.

Sulla pelle aiuta l'eliminazione e la riduzione di cicatrici, cellulite e smagliature. Se applicato su aree con segni e macchie, l'olio di copaiba aiuta a schiarire se miscelato con altri oli vegetali, come la rosa canina. È un olio emolliente, aiuta l'idratazione e la morbidezza della pelle, oltre a rigenerare il collagene, migliorando l'elasticità della pelle e lasciandola con un aspetto compatto e giovanile.

Nei capelli ha anche dei benefici, motivo per cui l'olio di copaiba viene utilizzato dall'industria cosmetica nella produzione di shampoo e creme idratanti. Equilibra l'untuosità, cura micosi, forfora e seborrea dal cuoio capelluto. Protegge i capelli colorati e lascia i capelli luminosi e morbidi.

Ma i suoi vantaggi non finiscono qui! È un olio ampiamente utilizzato a livello industriale. Poiché è una ricca fonte di idrocarburi, l'olio estratto da Copaiba è stato utilizzato come carburante miscelato con gasolio.

Oltre ad essere un componente utilizzato nella formulazione dello shampoo, è ampiamente utilizzato come fissativo di fragranze nei profumi. L'olio serve anche come ingrediente per fare saponi e saponi. Nell'industria alimentare, l'olio di copaiba viene utilizzato come additivo alimentare, essendo un prodotto approvato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti .

Viene utilizzato anche in odontoiatria, nella formulazione di cementi riempitivi. La miscelazione con l'olio di copaiba previene l'irritazione e la proliferazione dei batteri.

Ricorda che, per tutte le applicazioni, deve essere utilizzato olio 100% naturale e puro, privo di sostanze chimiche dannose per la salute.


Original text